Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Giornale Vettica di Amalfi Online Velasca Vimercate News nel Mondo www.mikivettica.over-blog.it

I Collaboratori

                                                                    Direttore responsabile

                                                                                     Vicedirettice

 

 

Musica

Foto

-----------

 

 

Vettica di Amalfi Panorama

  Vettica di Amalfi Panorama

 Vettica di Amalfi Panorama

Vettica di Amalfi Panorama

 Vettica di Amalfi Panorama

 Amalfi Panorama

  Atrani Panorama

Atrani Panorama

Atrani Panorama

Maiori Panorama

Erchie Maiori  Panorama

 

Cetara Panorama

Vietri sul Mare Panorama 

 

 

Positano Panorama

Positano Panorama

Sorrento Panorama

 

ve

 

Velasca Vimercate Panorama

 

Pubblicato da Miki Pappacoda

BENEVENTO NEWS Investigatore privato aggredito e rapinato, inchiesta chiusa: due indagati Benevento. L'episodio nello scorso marzo 2) Furto nell'Asl, assolto un 50enne

INSERITO DA ANGELA CECERE Benevento. Chiusa l'indagine a carico di Paolo Corino (avvocato Antonio Leone), 51 anni, di Benevento, ed Antonio Izzo (avvocato Gerardo Giorgione), 49 anni, di San Nicola Manfredi, ai quali il sostituto procuratore Licia Fabrizi ha contestato il concorso in rapina. L'ipotesi di reato è relativa all'episodio accaduto lo scorso 9 marzo, per il quale Corino era stato arrestato dalla Squadra mobile, mentre Izzo era stato denunciato a piede libero. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, dopo averlo scoperto, l'indagato avrebbe invitato ad andare via, sostenendo che stesse violando la sua privacy, un investigatore della provincia di Napoli che lo stava seguendo per conto dell'impresa di cui è dipendente, che gli aveva affidato l'incarico di verificare il motivo delle sue assenze dal luogo di lavoro. Il 'detective' si sarebbe allontanato con una Mercedes, ma Corino l'avrebbe inseguito con la sua Citroen nera, ed altrettanto avrebbe fatto Izzo con la sua Punto. L'epilogo era arrivato al viale Principe di Napoli: dopo averlo minacciato di morte ed avergli tagliato la strada, il 50enne avrebbe colpito il malcapitato alla schiena con un pezzo di legno e gli avrebbe sottratto lo zaino nel quale erano custoditi il computer portatile , un gps, una pennetta e dei cavetti, e lo avrebbe consegnato a Izzo, nel frattempo rimasto a bordo della sua macchina. Comparso dinanzi al Gip, Corino aveva ammesso di aver sbagliato a portargli via lo zaino, che peraltro non aveva aperto, ma aveva spiegato di averlo fatto per darlo alla polizia, per capire finalmente chi fosse quella persona che da giorni lo scrutava con un binocolo e faceva foto sotto la sua abitazione. Aveva precisato di essere stato assente dal lavoro per tre-quattro giorni, e di aver deciso di seguire l'investigatore per vedere dove fosse diretto. Era stato rimesso in libertà, il suo arresto non era stato convalidato dal giudice perchè  "al più deve ritenersi configurabile una ipotesi di esercizio arbitario delle proprie ragioni con violenza sulle persone ovvero di violenza privata, ma certamente non il delitto di rapina aggravata". Gli indagati hanno ora venti giorni a disposizione per chiedere di essere interrogati o produrre memorie, poi il Pm deciderà sulle eventuali richieste di rinvio a giudizio. Raid e furto negli uffici Asl, assolto un 50enne di Benevento Era accusato di un furto all'interno dell'Asl, ma è stato assolto per non aver commesso il fatto. E' la sentenza del giudice Telaro per Gianpaolo Pastore (avvocato Antonio Leone), 50 anni, di Benevento, chiamato in causa dalle indagini sul raid messo a segno il 30 aprile del 2017 in via Grimoaldo Re. Secondo gli inquirenti, una volta nei locali dell'Asl, si sarebbe impossessato della cassetta portamonete del distributore automatico, nella quale erano contenuti 87 euro. In precedenza, avrebbe invece tentato di accedere, forzando una porta, al garage collegato ai piani superiori; avendo notato le telecamere, avrebbe alzato un cappuccio sulla testa e si sarebbe diretto verso l'ingresso principale. Oggi la conclusione del processo e l'assoluzione dell'imputato.

OTTO PAGINE